11 novembre 2017

Se Grass e Voltaire fossero amici


La cosa positiva di avere una bambina di un anno che diverse volte al giorno si avvicina alla libreria per buttare giù cosa incontra, è che poi si rimette a posto senza badare all'ordine né al senso.
E così quando tempo dopo per esempio si va a cercare un libro di Hrabal sul secondo ripiano, insieme agli altri cechi, al posto suo ci sono invece un'antologia del racconto bulgaro, Thomas Pynchon, Peter Handke, Herta Muller e Mishima. 
E come interviste impossibili si immaginano discorsi da pianerottolo tra Gunter Grass e il suo nuovo vicino di casa Voltaire. 

Nessun commento: