17 novembre 2017

Indigestioni

Fotografia di Alessandro Baccara


Dai quindici ai diciotto ho letto prevalentemente scrittori latinoamericani. Dai diciotto ai ventun'anni, americani. Dopodiché scrittori slavi, per ultimi sono arrivati gli scrittori francesi e italiani.
Da qualche mese però mi capita di leggere titoli come Roland furieux, Les fiancés Le livre du Courtisan, e pensare di leggere Ariosto, Manzoni o Castiglione in francese.
Forse è il momento di passare agli svedesi.

Nessun commento: