26 settembre 2017

Procrastinare le cose belle



Accompagnare O. e I. a scuola pensando quale libro cominciare a leggere.


Rastrellare le foglie pensando che un anno fa, quando rastrellavo le foglie, leggevo Le Côté de Guermantes di Proust.


Voglia di cominciare Sodome et Gomorrhe.


Incrociare lo sguardo di un uomo che assomiglia terribilmente a Gianni Celati e voglia di leggere Sonetti del Badalucco nell'Italia odierna.

Poi tornare a casa, passare un quarto d'ora davanti alla libreria, dopo sedersi allo scrittoio, cominciare il lavoro e rimandare la scelta alla sera.


Nessun commento: