17 agosto 2017

Sul made in Italy


Nell'ultima settimana ho passato la maggior parte del tempo all'Hopitâl Nord di Marsiglia.
In certi momenti pareva di stare immersi nella barriera corallina caribeña. Per la varietà di umani, situazioni e circostanze. 
Tra le tante altre cose, una mi ha sorpreso.
Ero nella sala d'attesa della rianimazione ad aspettare che arrivasse il medico a darmi notizie. Accanto a me una persona stava leggendo L'amica geniale di Elena Ferrante.
L'indomani sono andata dal giornalaio a prendere un quotidiano e una donna ha comperato un libro: L'amica geniale di Elena Ferrante.
Due giorni dopo hanno dimesso mio padre dalla rianimazione per trasferirlo di reparto e il suo nuovo compagno di stanza cileno aveva un libro sul comodino: L'amica geniale di Elena Ferrante.
Forse tra un po' di tempo invece che Italia pizza e mandolino cominceranno a dire Italia pizza e Ferrante.


Nessun commento: