12 agosto 2017

Abitudini

Paolo Nori
I primi tempi scrivevo a penna, sopra un quaderno, e dopo un mese, più o meno, copiavo al computer quello che avevo scritto, stampavo e lo rileggevo. Tutti i giorni una cosa, almeno, anche piccola, tutto quel poco che succedeva, senza censure, e mi accorgevo se andava bene o male dopo un mese, quando la rileggevo, copiata al computer e stampata. Per esempio ieri, mentre stavo lavando i piatti, ho pensato a una cosa che, se fossero stati i primi tempi l’avrei scritta, solo che, non eran più i primi tempi, non l’ho mica scritta.

(Paolo Nori, www.paolonori.it, domenica 6 agosto 2017)

Nessun commento: