19 luglio 2017

La scrittura è l'ignoto. Marguerite Duras

Marguerite Duras 

La scrittura è l'ignoto. Prima di scrivere non si sa niente di cosa si sta per scrivere. Lucidamente. È l'ignoto di sé, della propria testa, del proprio corpo. Non è nemmeno una riflessione, scrivere, è una sorta di facoltà che si ha di fianco, parallela, un'altra persona che appare e avanza, invisibile, dotata di pensiero, collera, e che qualche volta, per sua natura, rischia di perdere la vita. 

Se si sapesse qualcosa di quello che si sta per scrivere, prima di farlo, non si scriverebbe mai. Non varrebbe la pena. 

Scrivere è tentare di sapere quello che si scriverà, se si scriverà - non lo si sa che dopo - prima, è la domanda più pericolosa che ci si possa porre. Ma la più comune anche. 

Lo scritto arriva come il vento, è nudo, è inchiostro, è lo scritto, succede come nient'altro nella vita, nient'altro, a parte la vita.

(Marguerite Duras, Écrire, Paris, Gallimard, 1993)

Nessun commento: