16 luglio 2017

La mia poetica è un po' quella dei perdenti. Veronica Tomassini

Veronica Tomassini

Cosa mi aspetto dalla scrittura? Non lo so. Non cambierò il mondo, presterò il mio sguardo a mia volta, sapendo che di solito io vedo la luce dove per molti ripara l’ombra. Così la mia poetica è un po’ quella dei perdenti, dove in realtà ho intercettato mille risorse, il miracolo dell’uomo che risorge dal suo fallimento, perché mi interessa l’uomo nel momento della sua caduta, il momento in cui lo spirito risorge appunto, e risplende in risorse inaudite.

(Veronica Tomassini, La scrittura è un destino, 10 luglio 2017, L'Estroverso)

Il pezzo integrale si può leggere qui

Nessun commento: