12 aprile 2017

Non scritto, di Claudio Salvi

Claudio Salvi presenta dei lavori di scrittura e immagine, ma queste premesse possono essere disattese.


Dayanita Singh
Dream Villa 20, 2007

sono seduto davanti al suono che occupa una stanza.

immagini che non si capiscono.

altre immagini di mattina. un cane da riporto di porcellana con la preda in bocca.

è piovuto, nel cortile il suono degli uccelli.
la notte è stata luminosa, per questo hanno cantato.

la notte è stata l’attesa che il mondo torni all’immagine più che al suono.


si osserva il cambiamento come se fosse un fatto.

come si può mettere il cambiamento in una porzione di tempo?
la luce cambiava. le cose andavano avanti senza che si potesse stabilire un termine.

anche il suono, a chi chiede di ricordare non si sa cosa rispondere.

si può mettere il suono in uno spazio. ha una figura.
gli uccelli che sentivo erano su un albero.


sono stato via prima dell’alba. gli uccelli erano confusi.
sembra di essere con qualcuno.
                      
in cortile a quell’ora.
                                                 
sono andato a vedere.


Claudio Salvi

Claudio Salvi è un grafico. 
Con Gessica Franco Carlevero, che è stata sua insegnante di scrittura a Torino nel 2011, collabora alla costruzione del Cantiere di scrittura.
Suoi testi sono stati pubblicati in Nazione Indiana, Vibrisse, GAMM, in cataloghi e monografie di artisti.
Album (Arcipelago Itaca), è la sua prima opera in versi.

Nessun commento: