8 febbraio 2017

Le parole, Simona Vinci

Simona Vinci

Se sporchi le parole che scrivi non potrai pulirle mai più. La scrittura andrebbe trattata come un corpo delicatissimo, il corpo di un bambino, fragile, quasi trasparente. Noi siamo il chirurgo che deve incidere la sua carne e suturarla, noi siamo quelli che devono tenerle in vita, le parole. E il falso le ammazza. Tu vorresti essere una che ammazza bambini?

(Simona Vinci, La prima verità, Torino, Einaudi, 2016)

Nessun commento: