9 gennaio 2017

Il tempo dei romanzi, Mario Vargas Llosa

Mario Vargas Llosa

Il tempo dei romanzi è un tempo costruito partendo dal tempo psicologico, non da quello cronologico, un tempo soggettivo a cui il mestiere del romanziere (del bravo romanziere) conferisce apparenza di oggettività, ottenendo in questo modo che il suo romanzo assuma distanza e si differenzi dal mondo reale (punto obbligato per ogni opera di finzione che voglia vivere per proprio conto).

(Mario Vargas Llosa, Lettere a un aspirante romanziere, Torino, Einaudi, 1998)

Nessun commento: