31 gennaio 2017

Idee che scompaiono

Fotografia di Alessandro Baccara

A volte vorrei che nella testa ci fosse un bottone, salva, per tutti gli inizi di racconto, le scene, le frasi, i passaggi che vengono in mente quando sto facendo un aereo di carta a un bambino di quattro anni, passando la zucca per farne minestra, lavando la testa a una bambina di tre mesi, discutendo col notaio, aspettando il mio turno al consolato. 
Un quaderno dove scrivere ce l'ho quando parto da qualche parte, e raramente ci scrivo sopra qualcosa.
Con le mani occupate e la testa che dovrebbe essere altrove, invece, arrivano idee che dopo cerco di riprendere, ma niente, sono scompase.

Nessun commento: