25 dicembre 2016

Vocali, consonati e il bel canto


Mentre un aereo telecomandato mi volava sopra la testa sta mattina ascoltavo la radio. 
C'era un cantante messicano che parlava, faccio musica per far danzare la vita, diceva.
Questo musicista di cui non ho trattenuto il nome vive in Germania e spiegava come cambia il suo lavoro a seconda della lingua che impiega. 
Perché per esempio ci sono lingue come l'italiano, diceva, in cui le vocali sono la base, e le consonanti sono delle piccole carezze che marcano il ritmo.
E allora non si può cantare l'italiano come il tedesco, non funzionerebbe.

Nessun commento: