25 novembre 2016

Sulla lettera di presentazione. I consigli di Las Vegas Edizioni



Delle volte si impiega più tempo a scrivere una lettera di presentazione che un racconto. 
Ecco qualche consiglio di Carlotta Borasio, editrice di Las Vegas Edizioni, per evitare i peggiori errori e presentare il proprio manoscritto in maniera sensata.

La domanda è: cosa ci scrivo? Provo a darvi qualche suggerimento.
Salutate: io non mi stancherò mai di dire che dall’altra parte c’è una persona e che “Buongiorno”, “buonasera”, “ciao coso” non hanno mai ammazzato nessuno. Se poi sapete anche come si chiama chi riceve la lettera anche meglio.
Evitate cose tipo “Gentile Las Vegas edizioni”: Las Vegas edizioni non è una persona. Io opterei per un generico “Buongiorno” piuttosto.
Si chiama lettera di presentazione, per cui presentatevi. “Sono Pino Cammino, ho 36 anni, di lavoro faccio il passante” può essere un buon inizio. Io non mi dilungherei troppo: se poi inserite anche la biografia meglio non essere ripetitivi. Se avete però una pubblicazione importante alle spalle vale la pena di ripetersi. Non fateglielo scoprire nella biografia che avete vinto il premio Nobel ma non avevate tempo di ritirarlo.

(Carlotta Borasio, 24 novembre 2016, Las Vegas Edizioni blog)

Il pezzo integrale si può leggere qui

Nessun commento: