1 settembre 2016

Limbo delle fantasticazioni notturne

Illustrazione di Agostino Sacchi

Da un mese a questa parte ho difficoltà a dormire la notte. 
Prendo sonno, poi comincio a sentire prurito dappertutto, mi sveglio, mi gratto, mi gratto, e il sonno se ne va. Allora accendo il telefono e guardo internet. Di solito comincio con questioni relative al prurito, poi passo ai disturbi sul sonno, i siti di vendita di cose usate, il meteo, e dopo dove capita. 
Sta mattina alle sette quando è suonata la sveglia avevo in testa una cosa letta durante la notte. 
Si trattava di un testo di Ermanno Cavazzoni dove raccontava come si spiumano le galline. Mi era piaciuto moltissimo, volevo ritrovarlo per parlarne qui sul blog del Cantiere di Scrittura. 
Sono andata a cercarlo su Doppiozero, ero certa fosse lì. Non c'era. Ho guardato su Le Parole e Le Cose, niente. Su Il Primo Amore, nemmeno, su Nazione Indiana, no. Ho provato a scrivere su google, Ermanno Cavazzoni, come si spiumano le galline, non è venuto fuori niente.
Mi è venuto il sospetto di non aver letto nessun articolo di Ermanno Cavazzoni. Ho cominciato a pensare che forse ho dormito tutta la notte, senza interruzioni, che forse queste insonnie in realtà sono sogni.
Poi ho preso il telefono per cercare il numero di telefono dell'Istituto di Cultura Italiana di Marsiglia e l'ultima pagina aperta di internet era GialloZafferano, ricette a base di gallina.
La notte, un libo delle fantasticazioni.

1 commento:

Dianella ha detto...

anche io mi sveglio, dormo male, faccio le tue stesse cose, ma non mi funzionano per riprendere sonno, ormai ci sono abituata, se le tue insonnie sono sogni meglio così!