25 agosto 2016

Dieci errori tipici degli scrittori principianti, di Giulio Mozzi

Giulio Mozzi

Tra i decaloghi che ogni tanto Giulio Mozzi scrive nel suo vibrisse, bollettino ce n'è uno che mi pare particolarmente veritiero.



Dieci errori tipici degli scrittori principianti
di Giulio Mozzi


1. Commentano il dialogo

“Che strano!”, si stupì il signor Giovanazzi.
E’ evidente che il signor Giovanazzi, se dice “Che strano!”, si sta stupendo.

2. Commentano l’azione

Il signor Giovanazzi accorse velocemente sul posto.

Il verbo “accorrere” contiene, mi pare, l’idea di velocità. Se si vuol rendere l’immediatezza, si scriva: “accorse subito” o “si precipitò” (che contiene però una sfumatura di agitazione).

3. Mescolano discorso diretto e discorso indiretto

“Credi che dovremmo andare subito lì?”, disse il signor Giovanazzi.
Il dottor Bianchi rispose che secondo lui non ce n’era bisogno.
“Ma c’è della gente in pericolo!”, insistette il signor Giovanazzi.
Secondo il dottor Bianchi non c’era nessun pericolo.
4. Dicono dopo quello che succede prima o (più raramente) prima quello che succede dopo

Mario attraversò la strada dopo aver guardato a destra e a sinistra.


E’ evidente che prima si guarda a destra e a sinistra, e poi si attraversa.

5. Fanno frasi che vanno a campi

Camminammo per giorni e giorni senza incontrare anima viva, cercando di consumare ogni giorno non più di un decimo del cibo che ciascuno aveva con sé, nell’ipotesi che l’attraversamento della pianura avrebbe richiesto dieci giorni, poiché Abramo ci aveva detto che ne servivano almeno sei, e tutti sapevamo che Abramo era un camminatore formidabile, del quale si diceva che fosse capace di fare in un giorno la strada che una persona comune compie in un giorno e mezzo, ma al nono giorno ancora non si scorgevano le colline, così che la stanchezza ci cadde addosso come un mantello nero e pesante, dal quale non potevamo liberarci, e potevamo solo maledire Abramo che probabilmente per vanità ci aveva indicato una lunghezza del viaggio troppo breve. [esempio reale]

Gli altri punti si possono leggere qui.

Nessun commento: