10 marzo 2016

Michel Tournier. Scrivo per essere letto

Michel Tournier

Scrivo per essere letto. Sono un artigiano che fabbrica libri, come un calzolaio costruisce scarpe o un falegname costruisce mobili. Voglio dire che ho assolutamente bisogno di un cliente. Non scrivo per piacere.
Se non avessi lettori, credetemi, non scriverei. Leggerei. Rigetto totalmente discorsi del tipo: "Scrivere è un bisogno... Mi esprimo..." Io, non ho alcun bisogno di esprimermi. E nei miei romanzi, non esprimo Tournier, faccio romanzi. Avrei vergogna a esprimere Tournier.

(Michel Tournier, intervista di François Busnel, Lire, 01.07.2006)

L'intervista integrale si può leggere qui.

Nessun commento: