23 febbraio 2016

I consigli di lettura di Hemingway

Ernest Hemingway e Arnold Samuelson a pesca

Ieri pomeriggio sono stata alla biblioteca Alcazar e ho trovato questo libro, With HemingwayA year in Key West and Cuba, di Arnold Samuelson.



Sulla quarta di copertina c'è la presentazione del volume.

"Nella primavera del 1934 un ventiduenne aspirante scrittore, Arnold Samuelson, parte da Minneapolis per Key West, dove vuole incontrare Ernest Hemingway. Invece di voltargli le spalle, Hemingway lo incarica di occuparsi della cabina della sua nuova barca, "Pilae", e intanto diventa il mentore del giovane ragazzo nel mestiere di scrivere. 
Questo libro di memorie, venuto alla luce dopo la morte di Samuelson nel 1981, racconta il memorabile anno trascorso con il suo idolo pescando marlin nelle correnti del Golfo del Messico, incontrando gli amici di Hemingway, tra cui il poeta Archibald Macleish e il torero Sidney Franklin".

Allora mi sono seduta vicino a un bell'uomo con la barba che leggeva L'equipe, ho cominciato a sfogliare il libro e ho trovato alcune indicazioni che Hemingway dava a Arnold Samuelson.
Per esempio.

- La prima bozza di qualsiasi cosa, è merda.

- Scegli il tuo vocabolario dalle parole che senti usare dalle persone nelle conversazioni. Hanno superato la prova dei secoli. Le parole semplici sono sempre le migliori.

- Scrivere prosa è la cosa più difficile del mondo, per l'amor di Dio, non scoraggiarti.

E poi c'è un elenco di libri che secondo Hemingway chi scrive dovrebbe leggere.


L’albergo azzurro di Stephen Crane

La scialuppa di Stephen Crane

Madame Bovary di Gustave Flaubert

Gente di Dublino di James Joyce

Il rosso e il nero di Stendhal

Schiavo d’amore di W. Somerset Maugham

Anna Karenina di Lev Tolstoj

Guerra e Pace di Lev Tolstoj

Buddenbrooks di Thomas Mann

Hail and Farewell di George Moore

I fratelli Karamazov di Fëdor Dostoevskij

The Oxford Book of English Verse

La stanza enorme di E.E. Cummings

Cime tempestose di Emily Brontë

Un mondo lontano di W.H. Hudson

L’americano di Henry James

Di questi sedici libri consigliati da Hemingway sei non li ho letti e tre non li ho mai sentiti nominare. 

Quindi ho sorriso all'uomo con la barba che non ha ricambiato il mio saluto e sono andata a cercare i libri. Non li ho trovati tutti, ma ho fatto il prestito di With Hemingway. A year in Key West and Cuba, Schiavo d’amore di W. Somerset Maugham, Un mondo lontano di Hudson e sono tornata a casa a piedi con i miei volumi nel sacco.

Nessun commento: