15 gennaio 2016

Scrivere di anziane che mangiano patatine ascoltando Chopin e Franchomme

Fotografia di Alessandra Fermi

Sta mattina mi sono svegliata riposata. 
Il cielo è celeste, i gabbiani volano davanti la finestra. 
Ho messo su il cd che ha appena pubblicato il mio amico Federico Bosco insieme alla violoncellista Beatriz Blanco. A mon ami, Frédéric Chopin e Auguste Franchomme; Works for Cello and Piano.
Ho preparato il caffè e ho aperto il computer per notare un'idea sulla storia che sto scrivendo. 
Una nota su quello che mangia una signora anziana. 
Avevo scritto pesche sciroppate, ma voglio cambiare con patatine fritte. 
Ieri per la strada ho incrociato una donna di almeno settant'anni, vestita elegante, che passeggiava con in mano un pacchetto di patatine fritte. 
Forse nel mio romanzo aggiungerò una sua amica, che prende anche lei patatine dal pacchetto, chiacchierando, camminando. Come quando avevano quattordici.

Federico Bosco e Beatriz Blanco

Nessun commento: