28 novembre 2015

Lo scrittore fantasma, Philip Roth

Philip Roth

Io prendo le frasi e le giro: questa è la mia vita. Scrivo una frase e la giro. Poi la guardo e la giro di nuovo. Poi vado a pranzo.
Poi torno qui e scrivo un’altra frase. Poi prendo il tè e giro la frase nuova.
Poi rileggo le due frasi e le giro tutt’e due. Poi mi sdraio sul sofà e rifletto.
Poi mi alzo e le cancello e ricomincio da capo.

(Philip Roth, Lo scrittore fantasma, Torino, Einaudi, 2002)

Nessun commento: