17 settembre 2015

Proust aspirante scrittore

Madame di Guermantes*


In Combray, la prima parte di Dalla parte di Swann, primo volume di Alla ricerca del tempo perduto, il protagonista ragazzino sogna di pescare le trote, parlare di fiori e del suo futuro da scrittore con Madame de Guermantes. Una dama, moglie del principe di Guermantes, che il giovanotto non ha mai incontrato ma con cui immagina di parlare durante le camminate in campagna con la famiglia.
Solo che mentre sogna si ferma un momento a riflettere.

E questi sogni mi avvertivano che siccome un giorno volevo diventare scrittore, era ora di sapere cosa contavo di scrivere. Ma appena me lo chiedevo, cercando di trovare un soggetto dall' infinito senso filosofico, il mio spirito smetteva di funzionare, non vedevo che il vuoto davanti alla mia attenzione, sentivo di non avere genio, o forse una malattia cerebrale gli impediva di nascere. 

(Marcel Proust, Du côté de chez Swann, Paris, Gallimard, 1988)



* In realtà si tratta della Contessa Greffulhe, uno dei modelli per la creazione del personaggio della Madame di Guermantes. 
In I Guermantes, terzo volume di Alla ricerca del tempo perduto, Proust scrive

Il suo collo e le sue spalle uscivano da un'onda nevosa su cui batteva un ventaglio di piume di cigno, ma poi il vestito, il cui corsetto aveva come unico ornamento infinite paillettes sia di metallo, allungate o a grani, sia di brillanti, avvolgeva il suo corpo con una precisione tutta inglese.

Traduzione di Gessica Franco Carlevero

Nessun commento: