1 settembre 2015

Cominciare a scrivere

Gianni Celati

Quando uno comincia a scrivere, da dove parte? Beh, meglio di tutto è partire dai deittici, "qui", "là", "questo", "quello". Ad esempio: io sono questo tizio piantato qui, che in questo momento sta scrivendo, non sa neanche lui di preciso perché. Non c'è nessuna meta in vista, ma una grande strada sempre in divenire. La testa può andare a fare giri di esplorazione o sentire delle voci, che sono poi come l'aldilà di Dante, oppure come un manicomio personale che mi porto dietro.

(Gianni Celati, Conversazioni del vento volatore, Macerata Quodlibet Compagnia Extra, 2011)

Nessun commento: