31 agosto 2015

Quando Anton Čechov aveva ventisei anni

Anton Čechov


A Dimitrij V. Grigorovič 
                                                                                                                                                                          Mosca, 28 marzo 1886

Finora ho trattato il mio lavoro letterario con estrema leggerezza, senza cura, senza attenzione. Non ricordo d'aver lavorato più di una giornata a nessun racconto; e quanto al Cacciatore, che vi è piaciuto, l'ho scritto in una cabina di bagni. Come i cronisti scrivono i loro trafiletti sugli incendi, così io buttavo giù i miei racconti: macchinalmente, quasi inconsciamente, senza darmi alcun pensiero né del lettore, né di me stesso... Scrivendo, mi studiavo in tutti i modi di non esaurire nel racconto le immagini e le scene che mi erano care e che, Dio sa perché, custodivo e tenevo gelosamente nascoste.
                                                                                                                                                                                   Anton Čechov

(Anton Čechov, Vita attraverso le lettere. A cura di Natalia Ginzburg, Torino, Einaudi, 1989)

Nessun commento: