18 luglio 2015

Sulla scrittura e il guardare

John Gardner

Il punto è che, al di là del fatto che ne diano dimostrazione ai party, gli scrittori imparano, per una loro esigenza professionale, ad essere i più acuti degli osservatori. E' una delle gioie, come una delle croci, del mestiere dello scrittore. Gli psicologi, forse, condividono in parte questo piacere, ma costoro, qualunque cosa ne dicano o si propongano, sono fondamentalmente interessati alle aberrazioni mentali. Gli scrittori si occupano di tutte le possibilità della natura umana.

(John Gardner, Il mestiere dello scrittore, Genova, Marietti, 2010)

Nessun commento: