24 giugno 2015

Lewis Balz, quando il primo piano è quello che sta dietro.


Lewis Baltz a Zürich, 1981. Immagine di Bernard Birsinger

"Ho pen­sato men­tre cam­mi­navo in quei luo­ghi ed ero di cat­tivo umore che avevo appena letto il libro di Jona­than Shell, Il destino della Terra, e non potevo fare altro che guar­dare il pae­sag­gio come può vederlo un morto".
Lewis Balz


 Lewis Balz, East Wall

                                                                Lewis Balz, SouthWall

Le immagini sono tratte dal libro New Topographics, Steidl, 2009

Lewis Baltz (Newport Beach, 12 settembre 1945 – Parigi, 22 novembre 2014) è stato un fotografo statunitense.
Baltz, con le serie The Pro­to­type Works (1967-’76), The Tract Hou­ses (1969-’71) e The New Indu­strial Parks (1974) aveva rav­vi­vato la foto­gra­fia di pae­sag­gio ame­ri­cana, concentrandosi sullo studio di pae­saggi aperti (par­cheggi, par­chi, uffici, porte di garage indu­striali, capan­noni), per cercarne la bellezza della forma.

Nessun commento: