19 maggio 2015

Sulle abitudini degli scrittori

Gabriel Garcia Marquez

Garcia Marquez ha spesso dichiarato di avere l'abitudine di indossare una tuta da meccanico ogni volta che siede alla scrivania, davanti al computer.
Gli strumenti di lavoro irrinunciabili di Marguerite Duras erano una bottiglia di whisky sempre a portata di mano, "una marca di inchiostro nero difficile da trovare", lo stesso tavolo e la stessa sedia, davanti alla stessa finestra. E soprattutto la casa silenziosa, una casa amata a tal punto da diventare "un guscio protettivo".

(Francesco Piccolo, Scrivere è un tic, Roma, minimum fax, 2011)

Nessun commento: