11 maggio 2015

Scrivere la propria vita



Philippe Forset, fotografia di Olivier Roller

E' molto strano, quando scrivete la vostra vita, avete l'impressione che il libro prenda il posto della vita, che quel che è scritto bruci, e bruci per rinascere sotto forma di un oggetto di carta... in effetti questo produce una specie di violenza.

(Intervista con Philippe Forest di Marie-José Latour, pubblicata in L'En-je lacanien, n. 11, ed. Erès, 2008)

Nessun commento: