25 febbraio 2015

Felice

Lavorare a un romanzo dal, cos'era? il 2010 forse. 
Prima in corso Dante 118, la vecchia sede della Scuola Holden. La storia si intitolava  Kaos.
Poi una serie di incontri al Café Lumière di corso Vittorio, nella mia cucina di via Foscolo con i cartoni del trasloco che invadevano la stanza. Sono nati nuovi personaggi, nuove avventure.
Aprile 2012, ci abbracciamo, non è un addio vero? Siamo alla prima stesura.
Continuiamo il lavoro a distanza, mail, incontri su Skype, dallo studiolo di Marsiglia parliamo del titolo.
E poi sta sera, siamo a febbraio 2015, ci ritroviamo al Lingotto, mangiamo una margherita, e brindiamo al romanzo che sta per essere pubblicato.
Viola, Vertigini e Vaniglia, di Monica Coppola, edito da Booksalad a partire da aprile.
Felice.

1 commento:

Monica Coppola ha detto...

"La passione che fa crescere un progetto " incontro dopo incontro, l'emozione di tanti "primi appuntamenti "con le farfalle che frullano e fanno volare fiumi d'inchiostro. Sbocciano i personaggi, sboccia la storia e una splendida amicizia, allegra, vivace e tenace ( resiste a traslochi, pagine bianche e collegamenti skype capricciosi) , un po' come sono le Viole. Grazie Gessica. ...