7 gennaio 2015

Amore, terrore e pietà

Eudora Welty

Mi pare probabile che tutti i racconti di un autore tendano a scaturire dalla medesima fonte interiore. Per quanto possano differire per tematica o impostazione, per quanto cambino d'atmosfera o oscillino in termini di forza, di capacità di penetrare la mente e il cuore, tutte le storie di un autore portano la sua firma a causa di quell'unica e più caratteristica pulsione nel suo talento per la scrittura: amare, elogiare, mostrare compiutamente. Ma d'altro canto, quante e poi quante storie di tanti e poi tanti autori hanno un'origine comune! Perché la sorgente di un racconto è solitamente lirica. E tutti gli scrittori parlano di, e parlano a, emozioni che sono eternamente identiche in tutti noi: amore, terrore e pietà non fanno preferenze e non risparmiano nessuno.

(Eudora Welty, Una cosa piena di mistero, Roma, minimum fax, 2009)

Nessun commento: