2 gennaio 2015

2015


Me l'aveva detto già la mia amica F., che in Svizzera ci sono dei bei calendari. Non ci avevo dato peso.


Poi l'ultimo giorno dell'anno sono stata in una libreria di Basilea, cercavo un catalogo sulle case alsaziane. Nel cercare sono finita nella sezione dedicata ai calendari. 


C'erano quelli sugli animali, i fiori, le ricette, le città, i pittori, i pastori e le pastorelle svizzere, e poi tutta una parete, i calendari dedicati alla letteratura. Mai visto tanti calendari sulla letteratura, ho un po' perso il filo. 


E alla fine, invece del libro sulle case alsaziane ho preso un calendario che non riesco a leggere perché in tedesco.



Nessun commento: