26 settembre 2014

Letture

F. Dostoevskij

Questa nota è soprattutto per concludere una conversazione che si faceva ieri con un gruppo di persone che si ritrova una volta ogni tanto per commentare dei testi. Tra gli altri c'era J., gran lettore, che per esempio conosce benissimo i libri di Borges, di Kundera e di Prust. Eppure J. non ha ancora mai letto Dostoevsij. Come se una persona adulta non avesse mai dato un bacio, non avesse mai nuotato nel mare, non avesse mai visto il cielo la notte. Nikolaj Berdjaev nel suo libro La concezione di Dostoevskij dice così.

L'uomo che ha avuto contatto col mondo di Dostoevskij diventa un uomo nuovo, e a lui si aprono nuove dimensioni dell'essere: Dostoevskij è un grande rivoluzionario dello spirito. E' del tutto opposto alla fossilizzazione dello spirito.

Nessun commento: