18 maggio 2014

Le biciclette si fanno in serie


Le biciclette si fanno in serie, tutte identiche l'una all'altra. Le opere letterarie vengono diffuse a stampa, eppure ogni singola opera letteraria dev'essere un'invenzione a sé stante, una nuova bicicletta, una bicicletta d'altro tipo. Nell'inventare quest'altra bicicletta dobbiamo figurarci perché ha le ruote, perché ha il manubrio. Farci un'idea precisa del lavoro di un altro scrittore ci permette di non copiarlo, cosa che in letteratura è vietata e si chiama plagio, e di utilizzare invece il suo metodo per l'elaborazione di un nuovo materiale. 

Viktor Šklovskij, Il mestiere dello scrittore e la sua tecnica, Firenze, Liberal Libri, 1999)

Nessun commento: