13 dicembre 2013

La migliore preparazione per uno scrittore

E poi nella lettera dell'11 dicembre 1914 indirizzata alla signora Andersen Jack London, dopo aver detto quali sono le tre cose necessarie in positivo allo scrittore, dice quello che è necessario in negativo.

In senso negativo, direi che la migliore preparazione per uno scrittore sia rifiutare rigorosamente di accettare alla cieca i canoni dell'arte letteraria così come sono formulati dagli insegnanti di letteratura al liceo e dagli insegnanti di letteratura e di composizione all'università.

(Jack London, Pronto soccorso per scrittori esordienti, Roma, minimum fax, 2005)

Nessun commento: