11 novembre 2013

Effettuare sogni


In una panetteria di corso Dante a Torino sulla vetrina c'era la scritta: Effettuasi panini.
Oggi ho letto questo pezzo e mi è tornato in mente.

Gli aggettivi sono come delle droghe: all'inizio producono effetti eccitanti, ma alla lunga generano assuefazione e depressione.  Mai come il doping di quelli che per migliorare le proprie prestazioni linguistiche gonfiano le frasi con tutte le espressioni più difficili che conoscono. C'è quello che  non dice mai "fare" ma sempre "effettuare" o "realizzare"; mai "scegliere" ma sempre "operare una scelta"; mai "bere" ma sempre "sorbire". All'inizio non lo noti, ma quando lo senti affermare, tutto serio, che ha "effettuato un sogno", capisci che ha esagerato con la cura.

(Andrea De benedetti, Val più la pratica, Roma, Laterza, 2009)

Nessun commento: