19 ottobre 2013

Stac

Luigi Ghirri

Le poesie in dialetto (prima di scriverle) sono come delle lampadine che appena accese emettono un bagliore e subito si fulminano: stac!

(Giovanni Previdi, Due fettine di salame, Macerata, Quodlibet, 2013)

Nessun commento: