7 ottobre 2013

Romanzo Rosa


Si tratta di un libro di testo un po' specifico. Si intitola Romanzo rosa e l'ha scritto Stefania Bertola, edizione Einaudi.
In realtà è un romanzo ambientato al Circolo dei Lettori di Torino. Racconta di un corso di scrittura finalizzato alla realizzazione di un romanzo rosa, la protagonista è una bibliotecaria che segue il corso. 
Dentro il romanzo però ci sono anche le dispense che l'insegnante fornisce agli studenti. Dispense precisissime che, se seguite alla lettera portano alla costruzione dell'Harmony (nel libro chiamato Melody) perfetto.
1 Ambientazione: "Cominciamo con l'ambientazione geografia. I Melody possono svolgersi in ogni luogo della terra, di cui è sufficiente la conoscenza che si può ricavare da un paio di voci di Wikipedia".
2 Nomi: "Le protagoniste dei Melody devono avere nomi unici, che facciano sognare, addirittura nomi che nessuno ha mai portato nella banale vita quotidiana. Tempest, Dakota, Lutecia, Nyree...".
3 Abbigliamento: Ricordatevi che in un Melody si descrivono sempre i vestiti. Non esiste scrivere: -Bollea scese dal treno. Non c'erano taxi in vista e fu costretta a... -
Niente. La corretta versione Melody è: - Bollea scese dal treno, e si strinse nel caldo impermeabile azzurro foderato di volpe selvaggia dorata. Le sue scarpette di vernice con la fibbia erano troppo leggere per il clima di Vancouver e rimpianse di non aver messo gli stivali di cinghiale che le aveva regalato suo padre. Non c'erano taxi in vista e fu costretta a... -
Una volta stabilite le regole di partenza ci sono le indicazioni per sviluppare la storia.
L'inserimento degli ostacoli, spesso rappresentati da un equivoco.
La tecnica dell'interruzione, uno dei pilastri fondanti del romanzo rosa.
La psicologia del rivale. "Se corteggiatore, il rivale perfetto è quello che volgarmente nelle conversazioni fra amici al bar viene definito un babbione. Il babbione è buono, simpatico, affettuoso, onesto".
L'inserimento degli eventi diversivi. "E sappiate che  anche una semplice nevicata, una crostata nel forno o una processione religiosa in un Melody possono avere conseguenze da dieci pagine come minimo".
Il finale: "Ogni Melody si conclude con un uomo che propone a una donna di sposarlo, e questa donna che accetta".
E intanto, mentre si seguono le istruzioni per mettere in piedi un romanzo rosa perfetto, tra un capitolo e l'altro ci sono i compiti della protagonista bibliotecaria che ogni sera corre a casa per fare i suoi esercizi. (Seguono le correzioni dell'insegnante).
Stando a quel che dice l'insegnante in una settimana, dieci giorni si può scrivere un romanzo che funzioni, ammesso che ci sia la determinazione.
"Terminare il libro sia la vostra disciplina, il gesto che vi rammenterà, giorno dopo giorno che siete persone dotate di una volontà, e che questa volontà sapete imporla a se stessi".
Le ragioni per cui Romanzo rosa può essere un libro di testo sono diverse.
Innanzitutto lo è in senso letterale, per chi è interessato effettivamente a scrivere un libro rosa e proporsi come autore alla casa editrice Harmony, o simili.
Al contrario è importante leggerlo per chi sta scrivendo una storia d'amore e non vuole rischiare di scrivere un Harmony senza rendersene conto.
Poi perché comunque, anche se portate all'eccesso, ci sono effettivamente tutte le tappe che un romanzo d'amore in qualche modo dovrebbe seguire. Una specie di libro di testo di ripasso. (E in effetti sarebbe un bell'esercizio cercare in Anna Karenina, Madame Bovary e simili gli snodi che si trovano in un Harmony). 
E oltretutto è un libro piacevole da leggere, fa ridere e mette un po' di buon umore.


Nessun commento: