26 maggio 2013

Scendere le scale per arrivare al sottosuolo


Haruki Murakami

"Scrivere un romanzo è come andare in profondità di un secondo sottosuolo molto oscuro di cui non conoscete la via. Per creare il romanziere o il musicista ha bisogno di scendere le scale e trovare un passaggio che lo conduca al secondo sottosuolo". L'ha detto Haruki Murakami in un incontro a Kyoto il 6 maggio, l'incontro si intitolava "Guardare l'anima e scrivere", un omaggio all'amico psicologo Hayao Kawai. Una delle rare occasioni in cui si è presentato in pubblico siccome fa vita ritirata e preferisce non mostrarsi. E di fatti il 6 maggio ha ribadito:
"Per favore, consideratemi come una specie in via d'estinzione e accontentatevi di osservarmi tranquillamente da lontano. Se eventualmente cercate di parlarmi o di toccarmi, potrei mordervi. Allora per favore, siate prudenti". 
La fonte, qui. http://goo.gl/ew6Wa

Nessun commento: