3 maggio 2013

Accumulare giorni e giorni di voglie

Immagine di Marie-Eve Tremblay 


Essendo ultimamente parecchio indaffarata ma avendo molta voglia di scrivere una storia sui Calabroni di Francia, mi chiedevo, se adesso non scrivo subito, poi la perdo la "vena"?

Quel mio amico raté mi ha detto che lui ha imparato a non scrivere subito appena gli viene la voglia. Perché se scrive subito, dice, dopo poche righe non sa più come andare avanti.
Lui usa piuttosto la tecnica che adopera con le donne, ha detto, accumula giorni e giorni di voglie. Così poi, quando arriva il momento buono, si trova pieno di energia e va avanti, anche una notte intera, a scrivere. 

Nessun commento: