4 aprile 2013

Opera prima



C'è questa iniziativa editoriale interessante, si chiama “Opera Prima”. È una collana di poesia dedicata ad autori inediti.
La collana (fondata nel 2003) è diretta da Flavio Ermini. Non ha fini di lucro: i volumi non vengono posti in vendita, ma inviati esclusivamente a università, centri culturali, biblioteche, oltre che a storici della letteratura e dell’arte, critici militanti e filosofi.
L’intento è far sì che la pubblicazione apra all’autore la possibilità di entrare in contatto con i settori intellettualmente più vivaci del mondo letterario, filosofico e artistico.
Ogni opera è introdotta da un breve saggio ed è accompagnata da un disegno donato da un artista contemporaneo. 
Modalità di partecipazione:

L’iniziativa Opera Prima è aperta esclusivamente ai poeti inediti.
Per partecipare all’iniziativa è necessario inviare all’indirizzo redazione@poesia2punto0.com:
  • una raccolta inedita di poesie in lingua italiana o con traduzione a fronte per altra lingua
  • la raccolta deve essere inviata in un unico file in formato DOC, DOCX, RTF o TXT senza formattazione (copertine, formati non convenzionali, intestazioni, watermarks etc.) e non deve essere superiore a trenta cartelle (30 pagine), accompagnata da una nota biografica ed una foto dell’autore.
  • il nome del file deve avere il formato Titolo dell’opera- Nome Cognome Autore
La giuria selezionerà tra le tre e le cinque raccolte di maggior rilievo tra tutte quelle pervenute che risulteranno finaliste ed alle quali verrà offerta una presentazione su Poesia 2.0 in uno spazio appositamente dedicato.
Successivamente, il Consiglio Editoriale di Opera Prima opererà un’ulteriore selezione che consentirà di individuare tra le raccolte finaliste, la raccolta vincitrice che verrà pubblicata all’interno della collana in versione cartacea ed in formato e-Book a spese totalmente a carico dei promotori del progetto. Alla pubblicazione sarà data un’ampia diffusione attraverso i principali canali di distribuzione on ed off line, come l’invio della raccolta a università, centri culturali, biblioteche, storici della letteratura e dell’arte, critici militanti e filosofi, oltre che alla pubblicazione digitale presso le principali piattaforme di lettura e social networks.
Tutte le informazioni qui

Nessun commento: