20 novembre 2012

Piroette e spinaci

Mentre sminuzzavo degli spinaci per O., la persona che vive con me e non ha i denti, S. entra in cucina e piroettando dice: Oggi è morto Tolstoj. 
Poi tutto contento apre un volume e legge forte:

"Che magnifico aspetto aveva mio padre quando usciva dal suo studio contento di ciò che aveva fatto. Si muoveva agilmente, il suo volto era allegro, gli occhi ridenti. Qualche volta piroettava su un tacco o faceva passare una gamba sopra la spalliera di una seggiola".

O. l'ha guardato con la bocca verde e si è fatto una risata.


Il volume da cui ha letto S. è Anni con mio padre, di Tat'jana Tolstaja, Garzanti, Milano, 1978.

Nessun commento: